Home » Comunicati stampa » Continuano i lavori di collegamento alla depurazione degli scarichi liberi nell’aretino

Continuano i lavori di collegamento alla depurazione degli scarichi liberi nell’aretino

operatore nuoveacque

Interessate le località di Fontiano, Il Matto, Sant’Anastasio e Sant’Andrea.

Investimenti complessivi per 2 milioni e 300 mila euro che porteranno benefici a una popolazione di 1.500 abitanti

Proseguono i lavori di collettamento degli scarichi liberi da parte di Nuove Acque, il gestore del servizio idrico integrato nell’area dell’Alto Valdarno con sede ad Arezzo. Si è conclusa, infatti, la prima parte degli interventi con cui verranno collegati alla depurazione sette scarichi liberi nel Comune di Arezzo, nelle località di Fontiano, Il Matto, Sant’Anastasio e Sant’Andrea. Per la realizazzione dei lavori, suddivisi in due lotti e che interesseranno circa 1.500 abitanti, Nuove Acque ha investito circa 2,3 milioni di euro andando a realizzare oltre quattro chilometri di rete fognaria.

L'intervento di collettamento a depurazione degli scarichi liberi riguarda complessivamente le zone a sud e a nord dell'abitato di Madonna di Mezzastrada ed è stato suddiviso in due lotti funzionali, di cui il primo propedeutico alla realizzazione dei lavori del secondo lotto.

Nello specifico, si sono conclusi i lavori del primo lotto che riguardavano il collegamento alla depurazione di due scarichi liberi a sud e la realizzazione di una dorsale di fognatura principale lungo la strada comunale delle Ristradelle, sulla quale si andranno a convogliare anche altri rami trasversali, oltre alla realizzazione di due impianti di sollevamento fognario.

Entro la metà del 2024 si concluderanno i lavori del secondo lotto, con la realizzazione dei rimanenti rami trasversali alla dorsale principale e della parte di intervento che si estende a nord dell’abitato di Madonna di Mezzastrada, andando a collettare i rimanenti cinque scarichi liberi, di cui tre a sud e due a nord, attraverso la realizzazione di un terzo impianto di sollevamento.

“L’attività dell’azienda è spesso interpretata come soggetto che garantisce l’adduzione, viceversa la regimazione ed il collettamento delle acque reflue è parte integrante del complesso del servizio- afferma Carlo Polci Presidente di Nuove Acque Spa-.  Questa ulteriore estensione ad un nucleo così importante di cittadini conferma, non solo l’attenzione al problema ma soprattutto la dinamicità dell’azienda nel rispondere ad esigenze primarie di sempre maggiori quantità della comunità di cittadini servita” 

“Siamo fieri di poter contribuire a migliorare la qualità della vita della comunità locale e continueremo a lavorare con impegno e dedizione per garantire un servizio sempre più efficiente ed efficace in tutte le località ed attento all’ambiente, dalla più piccola alla più popolata – aggiunge Francesca Menabuoni, Amministratore Delegato di Nuove Acque. L’azienda, con orgoglio, continua a portare avanti investimenti sul territorio”.



Articoli correlati