Archivio media

News | Lavori in corso | Comunicazioni

Nuove Acque per l’ambiente: premiati i vincitori del concorso Accadueò

Si è conclusa anche quest’anno la campagna educativa ambientale Accadueò, ideata da Nuove Acque insieme all’Autorità Idrica Toscana e rivolta a tutti gli Istituti comprensivi e plessi scolastici che ricadono nell’ Ambito Territoriale n. 4 Alto Valdarno, del quale la stessa Nuove Acque è gestore del servizio idrico integrato. Questa mattina, presso la Casa dell’Energia di Arezzo, si è tenuta la festa con la premiazione dei vincitori del concorso, con la partecipazione delle classi che hanno aderito all’iniziativa, insieme al Presidente e all’Amministratore Delegato di Nuove Acque, Paolo Nannini e Francesca Menabuoni.

Il progetto, nato nel 2004/2005 e giunto alla 17esima edizione, ha da sempre l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti alla gestione responsabile della risorsa idrica, evitando gli sprechi e pensando a politiche preventive e a lungo termine. Le classi vincitrici sono state premiate con buoni per l’acquisto di materiale didattico.

Il primo premio di 400€ se lo è aggiudicato la classe 1° B dell’Istituto Graziano da Chiusi, PlessoGalilei, grazie a un video che rappresenta un’elaborazione a 360° delle tematiche ambientali, legate in particolare alla risorsa idrica e alla sua tutela.  Gli alunni hanno dimostrato di aver fatto proprie le nozioni apprese con questo progetto e le hanno rielaborate con il loro linguaggio e le loro espressioni artistiche.

Per quanto riguarda la scuola primaria, invece, il primo premio di 400€ è stato assegnato alla classe 4 della scuola Campoleone di Castelluccio per aver raccontato il mondo dell’acqua da più punti di vista: ambientale, scientifico, storico ed emozionale. Gli studenti hanno dimostrato un grande impegno ed una spiccata sensibilità ambientale.

Il premio di 200€ per i secondi classificati viene assegnato alla 4° A dell’Istituto Comprensivo Guido Marcelli di Foiano della Chiana, con un elaborato che valorizza sia il lavoro di squadra che quello individuale dei ragazzi, i quali hanno sviluppato i loro pensieri incentrati soprattutto sul rispetto e sulla tutela della risorsa idrica, dimostrando di aver fatto propri gli insegnamenti ricevuti con il progetto Accadueò.

L’altro premio da 200€, invece, è stato assegnato alla 2° B dell’Istituto Comprensivo Guido Monaco di Castel Focognano, che merita una menzione speciale per l’originalità della proposta grafica, che non manca comunque dei corretti messaggi di educazione ambientale. 

Inoltre, è stata consegnata una targa alla Professoressa Gabriella Agostinelli dell’Istituto Comprensivo Graziano da Chiusi, per avere sempre promosso e sostenuto attivamente il Progetto Accadueò, mostrando negli anni un impegno e una dedizione costante verso le tematiche ambientali.

Per partecipare alla fase finale della campagna Accadueò, tutte le classi hanno preparato singolarmente o congiuntamente un elaborato sulla tematica dell’acqua, mettendo così in pratica tutte le nozioni apprese durante la parte teorica, durante la quale gli studenti hanno appreso, attraverso una didattica appetibile e divertente, nozioni tecniche di base sui processi di potabilizzazione e di depurazione delle acque reflue.

“Con grande emozione – ha dichiarato Paolo Nannini, presidente di Nuove Acque – quest’anno siamo riusciti a organizzare questa bellissima giornata di festa che l’anno scorso, a causa del Covid, si era svolta per via telematica. È bellissimo tornare a vedere i nostri studenti che, come ogni anno, con i loro bellissimi progetti hanno dimostrato di aver recepito le nozioni fornite dai nostri corsi, tramite i quali sono stati sensibilizzati su un tema così importante come quello del riutilizzo e dell’abbandono del monouso”.

“Nuove Acque ha da sempre una attenzione verso l’ambiente e il territorio in cui lavoriamo – ha dichiarato Francesca Menabuoni, amministratore delegato di Nuove Acque – Per questo ci siamo impegnati in questi progetti di sensibilizzazione sul mondo idrico dedicati ai ragazzi delle scuole. Siamo convinti e i ritorni che abbiamo dagli stessi studenti ci dicono che la direzione sia quella giusta che sia importante una attività di sensibilizzazione su un bene importante come l’acqua”.

Condividi questo post